Questo sito parla - Lunadivetro

Vai ai contenuti
  Dietro le porte chiuse molti di noi origliano: aspettano una parola nuova. Qualcosa di diverso che ci dilati il cuore, che ci dia respiro in questa vita arruffona, vissuta di corsa o trascinata di peso.
  Ma anche le parole sono di vetro, quando ci si affaccia a universi di cui, in realtà, si sa ben poco. Che potremo dire di un angelo? Parleremo delle sue piume?
  Eppure continuiamo a cercare, a chiedere, a chiederci. Perché non è vero che nessuno ha risposte. È vero, semmai, che nessuno ha risposte definitive; ma non sono queste che cerchiamo. Ci basta uno squarcio. Come quando si spengono tutte le luci e si accende un lumicino. La luce è sfarzo, un lumicino è silenziosa vita.
  Stiamo rispolverando le antiche saggezze: quelle conoscenze apparentemente perdute o accantonate  che un tempo aiutavano l'uomo a crescere. Ci pesa, in questo momento, il cammino verso l'evoluzione. Perciò è inevitabile sbirciare il passato, se non altro perché attratti da quella semplicità del vivere che apparteneva ai nostri antenati.
  Nel passato, insieme alle nostre radici, stanno sepolti molti segreti. E sempre qualcosa riemerge e riprende colore.
  Per la nostra tanto osannata razionalità molte credenze antiche sono assai ingenue, per non dire insensate. Prendiamo, ad esempio, quella strana tradizione che vorrebbe che ciascuno di noi, a seconda del giorno di nascita, abbia un particolare "angelo" tutelare che lo ispira e che gli imprime determinate caratteristiche. Non parliamo dei 12 segni zodiacali naturalmente, visto che questi angeli sono 72.
  Possiamo anche non condividere il significato letterale di questa tradizione. Ma, come al solito, sotto la superficie romantica si nasconde una sfida: lo stimolo a soprire o ritrovare i talenti personali, la propria identità.
  Il discorso è piuttosto interessante, e ancor più lo sarebbe farne oggetto di una conversazione a più voci. Non si tratta tanto di confrontarsi quanto di raccontare esperienze, di mettere a disposizione il proprio sentire e le proprie conoscenze. Insomma, dare e ricevere allo stesso tempo, pur sapendo che la parola conoscere, quando abbiamo sul tavolo certi argomenti, va presa un po' con le pinze.
  Questo è il momento di schiudere le porte! Perché molti di noi sono interessati a questi temi, ma la paura di esporci frena la nostra sete di sapere. E ancor più la trattiene il comprensibile timore di imbattersi in superstizioni o invenzioni.
  Così, la mia proposta è quella di utilizzare questo spazio per scambiarci pensieri e interrogativi. Ricordando che le parole possono essere fragili come il vetro oppure potenti oltre ogni dire. E a volte invitano a guardare oltre, perché lasciano trasparire altri mondi.
  In questo scorcio di web presento anche i miei talismani: frammenti di colore e di mistero, da appendere alla parete o da portare come ciondoli. Sono oggetti d'arte realizzati seguendo antiche sapienze: vi sono impressi i nomi degli angeli, i loro sigilli, invocazioni a Dio scritte con caratteri particolari.
  Ogni talismano - da regalare alle persone care o a se stessi - è un richiamo, una richiesta a determinate Energie perché si prendano cura di noi, suggeriscano, proteggano. Perché ci sospingano verso il Cammino personale, quello che spesso non si intravede perché siamo un po'... distratti.
  Dunque ti invito a cliccare qui se hai piacere di partecipare a questo dialogo a più voci, condividendo i tuoi pensieri e le tue idee. Li vedrai presto pubblicati. Qui puoi leggere invece i messaggi di chi è già passato. Buon viaggio su Lunadivetro!
Torna ai contenuti