Vai ai contenuti

angelo 33 Yehuiah

72 angeli
ANGELO YEHUIAH
Le tre lettere del Nome di Yehuiah

COMPRENSIONE DI CIÒ CHE È SUPERIORE

È la capacità di stabilire una gerarchia di valori nella propria esistenza e nell'ordine della Creazione. Non si tratta di una scelta razionale, ma di una spinta interiore che nasce dal saper riconoscere con immediatezza l’importanza delle cose. Chi possiede questo dono rinuncia istintivamente ai propri vantaggi per una causa più alta; se necessario sa subordinare il bene personale a quello del prossimo, pur sapendo di andare incontro a dei disagi. Allo stesso modo si dispone con naturalezza all'ascolto della voce più elevata dentro di sé, identificando così anche il proprio posto nel mondo.
Yehuiah è un "pensiero divino" messo a disposizione dei nati da 10° a 15° Vergine (dal 3 all'8 settembre circa).
Secondo la Tradizione, questi sono i loro doni:
Ordine mentale. Capacità di autodisciplina.
Abilità ad apprendere da ogni situazione.
Determinazione. Efficienza, doti organizzative.
Capacità di focalizzare l’attenzione sulle cose più rilevanti.
Abnegazione, grande senso del dovere. Attenzione particolare per la famiglia.
Il dono dell'angelo è un'inclinazione, una tendenza, e può essere accettato o non preso in considerazione: siamo sempre liberi di scegliere cosa fare del nostro potenziale.
Anche se di solito ne conosciamo uno soltanto, gli angeli di nascita sono tre e si possono individuare in base al momento in cui veniamo al mondo. Indagare i loro doni e le loro caratteristiche ci dà una stupenda chiave di lettura del nostro modo di essere. Ma anche la conoscenza approfondita di uno solo dei tre angeli può gettare lampi di luce all'interno di noi stessi. Se vuoi intraprendere questa magnifica avventura alla ricerca dei tesori nascosti dentro di te, contattami. Ne resterai sorpreso e affascinato.

talismano angelo Yehuiah Lunadivetro
Le tre lettere che compongono il Nome di Yehuiah sono contenute, insieme al Tetragramma, in questo versetto:
«Il Signore conosce i pensieri dell'uomo:
non sono che un soffio»
Testi di Maria Antonietta Pirrigheddu
© Proprietà letteraria riservata
Torna ai contenuti