Momenti di vita e cultura gallurese - Lunadivetro

Vai ai contenuti

Giugno 2005
Successo del concorso di poesia, narrativa e pittura promosso dalla Comunità montana

Momenti di vita e cultura gallurese

   La partecipazione di numerosi concorrenti ha contribuito alla buona riuscita della prima edizione del premio letterario e di pittura «Momenti di vita e di cultura gallurese» promosso dalla Comunità montana «Gallura». L'altra sera, presso la sala consiliare dell'organismo comunitario, si è svolta la cerimonia di premiazione. Erano presenti i rappresentanti della Cm3, autorità e numerosi cultori delle discipline inerenti il concorso, articolato in tre sezioni e che chiamava a celebrare fatti e paesaggi della regione gli appassionati di poesia, narrativa e pittura. Il concorso infatti era diviso nelle tre sezioni relative, due delle quali poi - poesia e narrativa - aprivano la partecipazione a giovani studenti.
   Ha giudicato le opere presentate la commissione composta, oltre che dal presidente della Cm3 Pietro Giorgioni e dalla segretaria Jeanne Francine Murgia, da Franco Fresi e Pasquale Ciboddo per la parte letteraria e Zinetta Piga per la parte pittorica.
   Ed ecco l'elenco dei vincitori, gratificati, al di là dell'attestato di partecipazione attribuito ad ogni partecipante, di premi e di buoni acquisto dal valore variante dai 750 ai 100 euro. Nella sezione della narrativa riservata agli studenti il primo premio è andato a Giuseppina Angioi ed il secondo ad Alessia Cossu.
   In quella riservata agli adulti la prima cassificata è stata Maria Antonietta Pirrigheddu.
   Nel settore poesia riservato ai giovani studenti il premio è stato assegnato a Gerolamo Mario Mossa. Nel settore della poesia riservata agli adulti si sono classificati nell'ordine Aldo Pintus, Maria Dora Addis di Trinità d'Agultu, Cristina Ciceroni, Gianfranco Garrucciu, Maria Pala di Luras.
   Cinque classificati ancora nel premio di pittura, nell'ordine Tomaso Pirrigheddu, Samantha Achenza, Nadia Addis, Francesca Mossa e Marta Francesca Orecchioni. Un premio speciale è stato attribuito a Simone Sanna di Aggius per un'opera fuori concorso. Tutti i concorrenti insigniti di premio hanno letto il proprio testo e illustrato il proprio quadro.
   «Scopo preciso del premio - ha spiegato il presidente Pietro Giorgioni - è quello di tutelare la cultura gallurese attraverso i linguaggi della poesia, della narrativa e della pittura. Esso inoltre ha inteso valorizzare le forze giovanili, le cui aspirazioni sono spesso o ignorate o sottovalutate o mortificate».
(Tonio Biosa)
Torna ai contenuti