Un sequestro nella valigia dei ricordi - Lunadivetro

Vai ai contenuti

Venerdi 11 febbraio 2011
      Presentato il libro di Lucio Vinci sul dramma della prigionia del figlio Giuseppe
 Un sequestro nella valigia dei ricordi
  
TEMPIO. «Il prezzo del riscatto. Storia di una famiglia dal purgatorio all'inferno» è il titolo del libro presentato nell'ufficio turistico nel corso di un incontro con l'autore Lucio Vinci, padre di Giuseppe, sequestrato nel 1994 a Macomer. L'evento era curato da Maria Erminia Satta, coordinatrice, Nicola Comerci (sua la relazione introduttiva) e Maria Antonietta Pirrigheddu che ha letto alcuni brani.
   Lucio Vinci ha raccolto le memorie e le considerazioni sull'incubo che ha coinvolto per 300 giorni la sua famiglia. Nella sua illustrazione, a tratti drammatica e toccante, non si ferma però alla cronaca pura e semplice del sequestro di Giuseppe. Narra della paura, della speranza e del dopo sequestro visti da tre punti di vista: quello di Giuseppe che racconta la prigionia, il rapporto coi carcerieri e il pensiero della famiglia dalla quale trae la forza per resistere; quello del padre che ripensa a tutti coloro che ha incontrato nel momento del bisogno e alla solitudine nella responsabilità delle decisioni; e quello del fratello Verando, che ripercorre con nostalgia, rimpianto e molta rabbia la grandezza di un'azienda annientata da un crimine orrendo. In sala anche il vescovo Sanguinetti.  
Torna ai contenuti