142-Lame di luce - Lunadivetro

Vai ai contenuti
Gremory - Verona   

Lame di luce sottile,
filamenti di vita,
d'antichi sussurri.

Cera fusa sul corpo non morto,
l'anima sfugge,
l'istante è già ieri.

Il silenzio è tortura,
il legno si scalda,
infinita la vita che avanza.

Poi il bagliore erompe,
chiude l'inganno infinito
di questa vita mai vita.

E poi, solo un filo di tenebra,
come fuoco nero,
a squarciare la luce.
.
Torna ai contenuti