286-Un figlio in pena - Lunadivetro

Vai ai contenuti
scritto da:   Ciop   

     Quando lei soffre soffro anch'io. È un male interiore che non riesce a superare. Più volte le ho domandato "cosa posso fare per renderti felice mamma? C'è qualcosa che posso fare per te per vedere il tuo animo sereno e non tormentato dal passato? Vorrei tanto  regalarti quella tranquillità che ti permetterebbe  di vivere in pieno l'unica possibilità di vita che abbiamo".

 Risponde Lunadivetro

     Non so se desideri una risposta, e comunque non ho elementi sufficienti per potertela dare. Soffrire per una madre in pena è più che normale; ma noi non siamo in grado di aiutare una persona che soffre per il passato. Solo lei può fare qualcosa per se stessa, capire che il passato è andato e che bisogna vedere piuttosto com'è il presente...
     Una cosa è certa: adagiarsi sulla sofferenza serve a poco, anzi. Se non ci si rimbocca le maniche cercando la forza di reagire, non sarà un figlio in pena a poterci aiutare.
Torna ai contenuti