352-Tutti i miei perché - Lunadivetro

Vai ai contenuti
Lucia - Firenze   

     ....ma dove eri fino ad adesso, cara Maria Antonietta? Ti ho (per caso? no di certo!) "scoperta" da poco tempo e ti scopro ogni giorno di più. Sei semplicemente meravigliosa, leggendoti trovo le risposte a tutti i miei "perché", mi fai star bene e soprattutto riconosco nelle tue parole la verità della vita. Se non fosse brutto a dirsi, quasi quasi ti invidio per come sei, per come sei riuscita ad essere. Brava, brava. Sei una particella di Dio riuscita al meglio, ti è venuto facilmente da dentro tutto ciò che senti e pensi oppure è il frutto di analisi e ricerca continua? Ad averne persone come te! Se tu fossi qui accanto a me ti abbraccerei forte, la tua splendida energia mi farebbe tanto bene. Nell'impossibilità di ricevere materialmente questo abbraccio, mi disseto alla sorgente delle tue parole e gioisco. Continua la tua opera, Dio ti osserva e sorride.
     Un bacio

 Risponde Lunadivetro

     Sempre sbagliato provare invidia (anche in senso benevolo) per qualcuno, cara Lucia: perché non possiamo mai sapere come sia davvero la vita di un'altra persona, e quanto possa essere difficile.
     Mi chiedi se certe cose mi vengano da dentro o siano frutto di ricerca ed elaborazione. Entrambe le cose, ma... ciò che sentiamo dentro è sempre nostro?
     Ad ogni modo, se certe risposte ti fanno stare bene, non attribuirne il merito a me o ad altri. Riconosci piuttosto  a te stessa la capacità di cogliere, di capire, di aver fede.
Torna ai contenuti