64-Sapevo già quale notizia mi aspettava - Lunadivetro

Vai ai contenuti
scritto da:   Bruna   

     Leggendo il messaggio di Gabriela mi sono venuti in mente due episodi della mia vita: la notte che è morto mio padre non ricordo di aver sentito alcuna voce, tuttavia appena è squillato il telefono sapevo già quale drammatica notizia mi aspettava. Avevo 19 anni e non avevo mai visto mio padre malato in tutta la mia vita, neanche per un raffreddore.
     Poco più di un anno dopo è nata mia figlia e aveva lo stesso sguardo di mio padre.
     È stato bellissimo rivedere i suoi occhi!
     Quando avevo 29 anni è morta mia nonna, alla quale ero molto legata. Nonostante avesse 94 anni e fosse gravemente ammalata, allo squillo del telefono la notizia della sua morte non me l'aspettavo e, appena attaccato il ricevitore, stavo per mettermi a piangere quando l'ho vista: è venuta verso di me, mi ha sorriso e se n'è andata felice.
     È stato il più grande dei tantissimi regali che ho ricevuto da lei.

 Risponde Lunadivetro

     Quante storie come questa?
Torna ai contenuti